4 cose da sapere sulla cannabis terapeutica

No Comments

Uncategorized

La Giornata Internazionale della Cannabis di oggi è un’occasione per fare un bilancio di questa sostanza, che continua a dividere … Se la legalizzazione della cannabis è discusso in corsa per le elezioni presidenziali , il suo uso e la Sua utilità in campo medico è sempre più riconosciuta.

Cannabis, un alleato contro il cancroCannabis, un alleato contro il cancro

Per i pazienti in chemioterapia , la cannabis può essere un modo efficace per combattere gli effetti collaterali del trattamento del cancro, come la nausea e il vomito, mancanza di appetito, dolore.

È il THC, il principale euforico sostanza della cannabis, che viene utilizzato per migliorare la qualità di vita di questi pazienti. Secondo diversi studi pubblicati sull’argomento, inoltre, questa sostanza sembra esercitare un anti-azione invasiva, che permette di prevenire la proliferazione delle cellule tumorali.

Efficacia provata contro la sclerosi multipla

Lo scorso gennaio, in un report pubblicato dall’American Academy of Sciences riconosciuto l’efficacia terapeutica della cannabis nel ridurre il dolore dei pazienti con sclerosi multipla . In Canada, uno spray orale (Sativex) è disponibile nelle farmacie per le persone con sclerosi multipla. Questo farmaco che allevia il dolore, doveva arrivare in Francia per diversi mesi, ma il marketing sembra essere bloccato al momento.

Alcuni paesi l ‘ hanno già legalizzatoAlcuni paesi l ' hanno già legalizzato

Mentre il suo uso ricreativo è consentito o tollerato in alcuni paesi e formalmente vietato in altri, la sua utilità nel campo della salute è sempre più riconosciuto dalla professione medica.

In Colombia, nel 2015 che la marijuana è stata oggetto di un quadro giuridico per l’unico scopo terapeutico: “la Colombia prende un passo importante per una posizione in prima linea nella lotta contro le malattie e lo stiamo facendo attraverso un decreto che mira a sfruttare i benefici della cannabis per migliorare la vita delle persone”, il Presidente Colombiano ha detto in televisione.

Europa poco a poco si apre la strada per questo uso medico, come in Germania, dove i deputati hanno votato all’inizio dell’anno, la legalizzazione della cannabis per uso terapeutico. Dal mese di Marzo, i medici possono prescrivere un estratto di cannabis o di fiori secchi per i loro pazienti che soffrono di malattie gravi (cancro, epilessia, sclerosi multipla …).

L’irlanda seguire, nonostante alcune riserve: il governo Irlandese denuncia, allo stesso tempo, la mancanza di prove sulla sicurezza, l’efficacia e i benefici per la salute di farmaci. Il paese che il ministro della sanità, Simon Harris, ha dato il via libera, ma “per i pazienti che non hanno risposto ad altri trattamenti nei casi in cui vi è la prova che la cannabis può essere efficace”.

Italia e Inghilterra sono anche tra i paesi che consentono la prescrizione dei derivati della cannabis per scopi medici.

In Francia, è autorizzato eccezionalmente …In Francia, è autorizzato eccezionalmente ...

In Francia, tuttavia, l’uso di cannabis in un ambiente medico è altamente regolamentato: a partire dal 2013, l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza dei Medicinali e dei Prodotti Sanitari (ANSM) è stato autorizzato a concedere autorizzazioni per l’immissione sul mercato di prodotti Terapie contenenti cannabis e dei suoi derivati.

La consegna di questi prodotti rimane molto controllato, Marinol, per esempio, è uno dei pochi autorizzati derivati, e deve essere oggetto di una procedura speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *